Intervento di manutenzione derivato da modello IFC

Ordinativi di manutenzione con JOIN

Intervento di manutenzione derivato da modello IFC

Interventi di manutenzione derivati dal modello BIM con il software JOIN

Di seguito si riporta una semplice applicazione del software JOIN sviluppato da Digi Corp utilizzato, in questo caso per redigere velocemente un ordinativo di lavoro per la pulizia dei vetri di una palazzina.

Utilizzando le funzionalità di JOIN in sinergia con un modello IFC è possibile infatti:

  • produrre ordinativi di lavoro contenenti precisi riferimenti agli oggetti BIM presenti nel modello digitale;
  • utilizzare i parametri BIM per definire “regole” classificabili per tipologia di intervento manutentivo che possono essere riapplicate per derivare nuovi ordinativi di lavoro;
  • gestire il modello BIM, elaborare costi e produrre documenti utili a contrattualizzare le specifiche tecniche ed economiche di lavori da commissionare alle ditte che effettuano le manutenzioni.

JOIN: filtro automatico su tutti i tipi di elemento

Dal sopralluogo virtuale all’ordinativo di lavoro in 4 minuti

Utilizzando JOIN, in soli quattro minuti è stato possibile:

  • selezionare gli oggetti grafici pertinenti all’ordinativo (finestre, tapparelle, facciate continue);
  • definire le modalità di intervento, i materiali, i mezzi e i dispositivi di sicurezza da utilizzare per singolo intervento;
  • individuare i parametri dimensionali utili per determinare le quantità di lavoro;
  • applicare i prezzi unitari distinti per lavorazione;
  • individuare le parti dell’edificio interessate dall’intervento;
  • ripartire gli importi dei lavori in base ad una predefinita sequenza.

La valutazione economica dell’intero intervento è quindi stata derivata applicando alle quantità di lavoro, desunte dai parametri dimensionali degli oggetti BIM, i prezzi unitari pubblicati nel listino del fornitore aggiungendo ulteriormente i costi del noleggio di una piattaforma aerea e del relativo manovratore.

Computazione rapida con i filtri generati automaticamente

Gli oggetti da manutenere sono stati individuati applicando i comandi abbinati alla selezione degli elementi grafici.

Con tali comandi sono stati automaticamente derivati i filtri che hanno permesso di accedere ai parametri dimensionali utili per calcolare le quantità di lavoro.

Il seguente filmato illustra la procedura appena descritta.