Il BIM con IFC

JOIN

Il BIM con IFC

JOIN e il BIM

L’avvento del BIM (Building Information Modeling) ha portato a considerare molte informazioni relative alla progettazione, alla costruzione ed alla gestione di un’opera.
Informazioni che non riguardano uno solo, ma tanti aspetti di un’opera, ad esempio quello economico, quello tecnico, quello temporale, gestionale, e tutti gli altri aspetti che interessano e coinvolgono direttamente tutti gli autori del processo:

  • committenti
  • progettisti
  • imprese
  • fornitori
  • direttori
  • collaudatori
  • gestori
  • utenti.

Ci si è trovati quindi nella necessità di organizzare le informazioni in base alla tematica: ad esempio 4D in merito ai tempi, 5D in merito ai costi e così via … seguendo quanto prescritto dalla norma UNI 11337.

Da queste esigenze nasce JOIN.

Cos’è JOIN

JOIN è un software che consente di gestire le informazioni di un modello BIM.

JOIN non sa esattamente a priori quali possano essere le informazioni utili all’utente, perchè JOIN non conosce l’utente e si rivolge a tutti gli attori del processo che hanno esigenze diverse nella gestione dei dati.

JOIN per questo motivo fa suoi due principi fondamentali:

  • scalabilità
  • personalizzazione

Gli attributi di JOIN

JOIN ha la possibilità di creare un numero illimitato di attributi e di suddividere e raggruppare gli stessi secondo dei criteri definiti dall’utente.
Gli attributi di JOIN possono essere di qualsiasi tipo:

  • testi
  • valori numeri
  • importi contabili
  • date
  • riferimenti ad altri attributi

Pertanto se pensiamo ad un elemento che costituisce un’opera (ad esempio una porta di un edificio) i suoi attributi potrebbero essere:

  • il codice del modello
  • la descrizione
  • il colore
  • il nome del produttore
  • il prezzo
  • le normative di riferimento
  • le attività necessarie per la messa in opera
  • i rischi connessi alla sicurezza delle lavorazioni
  • la data di installazione
  • i tempi di installazione
  • le informazioni legate all’uso
  • i controlli e gli interventi relativi alla manutenzione

La rappresentazione dei dati di JOIN

Come rappresentare tutte le informazioni sopra descritte?
JOIN ha scelto le seguenti soluzioni:

  • schede tecniche che possano raccogliere tutte le informazioni di un elemento
  • tabelle personalizzabili dall’utente, che possano riportare in colonne solo le informazioni degli elementi che interessano
  • sistemi di raggruppamento intrecciabili che consentano di creare strutture ramificate delle informazioni presenti nelle tabelle in base alle esigenze
  • rappresentazioni grafiche di supporto alle analisi dei dati
  • rappresentazione grafica del modello 3D in formato IFC

Il visualizzatore 3D del modello in formato IFC

JOIN ha integrato al suo interno un visualizzatore di file in formato IFC (Industry Foundation Classes).
Lo standard IFC è un formato aperto nato per facilitare lo scambio dei dati di un modello e per garantire quindi una certa interoperabilità tra gli attori del processo BIM.

Il visualizzatore consente di esaminare ed esplorare il modello 3D in modo tale da poter avere un riscontro grafico immediato ed una sincronizzazione tra gli elementi che costituiscono il modello e le informazioni gestite all’interno di JOIN.

Gli elementi grafici del modello possono essere organizzati attraverso delle strutture ad albero configurabili dall’utente. In questo modo il modello diventa più facilmente consultabile. I padri della struttura potrebbero essere i livelli di un’opera, le categorie merceologiche di appartenenza, i tipi di elementi, …
Non si è pertanto vincolati alla struttura gerarchica tipica del file IFC che a volte potrebbe sembrare non consona alle esigenze dell’utente.

Filtri e regole per ottenere un computo metrico estimativo

Un sistema avanzato di filtri consente di isolare, nascondere, rendere trasparente o colorare solo gli elementi oggetto di studio.
Il sistema prevede di inserire all’interno di un filtro illimitate condizioni utilizzando le funzioni di intersezione e unione.

Ai filtri ottenuti possono essere associate delle regole che che consentono di abbinare agli elementi filtrati uno o più articoli di elenco prezzi.
Le quantità vengono calcolate automaticamente utilizzando i parametri IFC messi a disposizione dal file.

Ottenere un computo metrico estimativo pertanto diventa una semplice procedura riciclabile su più progetti.