Super Bonus 110%: fino al 2023

Proroga Super Bonus 110%Negli ultimi mesi si è parlato di una possibile proroga del Super Bonus 110% ma in maniera non del tutto definitiva, il 29/09/2021 il Consiglio dei Ministri n.38  ha approvato la nota di aggiornamento del Documento di Economia e Finanza 2021 (NADEF) che prevede la proroga del Bonus per le detrazioni fiscali al 110% previste dal Decreto Rilancio (D.L. n. 34/2020), ecco quindi che arriva la conferma dello slittamento della data di scadenza del Super Bonus fino al 2023 che verrà introdotta nella prossima Legge di Bilancio prevista per fine anno.

Oltre alla proroga del Bonus stesso, sono state apportate delle modifiche e dei miglioramenti per ampliare il numero di beneficiari in linea con il PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza), le novità che sono state introdotte rispettano gli obiettivi relativi alla sostenibilità fortemente voluti anche dall’Unione Europea.

Ricordiamo cos’è e cosa prevede il Super Bonus 110%?

Il Super Bonus 110% è stato introdotto con il Decreto Rilancio con l’obiettivo di supportare i lavori di riqualificazione per la riduzione del rischio sismico e per l’efficientamento energetico. Inoltre, l’iniziativa del Super Bonus 110% ha avuto un ruolo chiave per la rinascita dell’Italia per riemergere dalle gravi conseguenze del Covid19. Inizialmente la data di scadenza di questo incentivo era stata fissata per dicembre 2022.

Il bonus si suddivide in due tipologie di interventi:

  • Il Super Ecobonus, che agevola i lavori di efficientamento energetico;
  • Il Super Sismabonus, che incentiva quelli di adeguamento antisismico.

In poche parole l’aiuto economico consiste in una detrazione del 110% che si applica direttamente sulle spese sostenute attraverso tre modalità:

  • Credito d’imposta;
  • Sconto in fattura;
  • Cessione del credito a terzi.

Quali sono le novità della Proroga del Super Bonus 110% 

Con lo scopo di agevolare il settore dell’edilizia dell’economia italiana le novità di questa proroga al 2023 puntano ai seguenti obiettivi:

  • Aiutare le imprese a lavorare;
  • Snellire la burocrazia;
  • Estendere il beneficio della detrazione massima a nuove tipologie di immobili.

Ciò significa che il Super Bonus 110% si pone come obiettivo quello di raggiungere una cerchia più ampia di beneficiari e di far ripartire il settore AEC. La proroga del Bonus voluta dal Governo Draghi include anche una rivisitazione di alcuni temi come:

  • Protezione e ripristino della biodiversità;
  • Sicurezza territoriale;
  • Sostenibilità dell’ambiente e delle risorse necessarie;
  • Risparmio di energia e riduzione delle emissioni di C02.

Scadenze Super Bonus: le date attuali da ricordare

  • Case unifamiliari: 30/06/2022.
  • Edifici fino a 4 unità immobiliari con un unico proprietario: 30/06/2022, ma se entro tale data è stato realizzato più del 60% dei lavori, la scadenza allora slitta al 31/12/2022.
  • Condomini: 31/12/2022.
  • Edifici di proprietà degli ex IACP: 30/06/2023, o il 31/12/2023 nel caso in cui il 60% dei lavori risultasse completato.

Scadenze Proroga Super Bonus 110%

E le novità sulla CILA?

Un’altra novità riguarda la CILA (Comunicazione di inizio lavori asseverata) disciplinata dall’art. 6 bis [nota 1] del Testo Unico Edilizia. Si tratta di un documento di semplificazione dell’iter burocratico per la presentazione dei documenti inerenti ai lavori del Super Bonus 110%.

Cosa prevede? La novità principale è che a differenza dalla precedente regolamentazione, in caso di interventi strutturali, per procedere basterà la sola Comunicazione di inizio lavori (CILA) invece che la SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività).

La CILAS  semplifica l’iter burocratico

A differenza dal documento tradizionale della CILA, la CILAS (Cila + Superbonus) chiede di indicare se gli interventi sono agevolati dal Super Bonus 110% e se sono finalizzati alla riqualificazione energetica o al miglioramento sismico. In caso di eventuali variazioni in corso d’opera possono essere comunicate a fine lavori come integrazione della CILA già presentata. Questo favorisce la semplificazione dell’iter burocratico.

Nello specifico la CILAS consiste in un modello di otto fogli che garantisce l’accesso al Super Bonus fino al 2023, avvalendosi soltanto di una certificazione del progettista che dichiarerà la conformità dei lavori da eseguire, ne consegue una semplificazione delle procedure burocratiche e un’ottimizzazione di tempi e risorse.

Il Super Bonus 110% si estende a nuovi beneficiari

Uno dei cambiamenti più significativi riguarda proprio le categorie di soggetti che potranno richiedere l’agevolazione, difatti da ora in poi il bonus si estenderà a nuove tipologie di beneficiari quali:

  • Singoli proprietari dell’immobile;
  • Condomini;
  • Cooperative di abitazione a proprietà indivisa;
  • IACP (Istituti Autonomi Case Popolari);
  • Organizzazioni di volontariato e associazioni;
  • Società sportive dilettantistiche;
  • Alberghi, agriturismi, ristoranti;
  • Scuole paritarie;
  • Strutture religiose;
  • Case di cura;
  • Convitti, seminari e conventi;
  • Orfanotrofi e ospedali.

Oltre alle nuove tipologie di beneficiari, si aggiungono anche nuove categorie di immobili catastali come B1, B2 e D4 che fanno riferimento a convitti, ospedali, seminari, le case di cura, i conventi e orfanotrofi (solo nel caso in cui siano adibiti ad uso socio-assistenziale).

Si tratta di nuove categorie di immobili che potranno beneficiare del Bonus solo se il proprietario potrà dimostrare che l’attività lavorativa svolta sia di tipo assistenziale e che quindi non ci siano introiti correlati.

Digicorp per il Super Bonus 110%

Dopo l’arrivo del Super Bonus110 % le progettazioni hanno avuto un picco di richieste incrementando così i lavori già agevolati dagli altri Bonus Edilizi. Dal momento che non tutte le lavorazioni rientrano nelle agevolazioni fiscali previste dal Super Bonus, i Bonus edilizi (Sismabonus, BonusFacciate, Ecobonus, ecc..) permettono di applicare detrazioni diversificate all’interno dello stesso progetto.

Data questa esigenza, abbiamo sviluppato il modello “Bonus edilizi” della SUITE MOSAICO, il nostro Software integrato per l’Edilizia, per supportare i professionisti del settore AEC nell’organizzazione di un computo metrico dettagliato che sia in grado di suddividere le varie lavorazioni in base ai criteri differenti previsti dai Bonus Edilizi.

Se vuoi restare aggiornato sulle novità del settore AEC, resta connesso con noi e seguici su LinkedinFacebookTwitter e Youtube.