20 Gennaio 2022 in News

Superbonus 110% e Bonus Edilizi: novità e proroghe con la Legge di Bilancio 2022

Dal 1° gennaio 2022 è entrata in vigore la Legge di Bilancio 2022 n.234 del 30/12/21 approvata dalla camera e pubblicata sulla gazzetta ufficiale il 31/12/21.  Il testo della legge di bilancio, oltre a trattare la previsione dello stato per l’anno finanziario 2022 e il bilancio pluriennale per il triennio 2002-2024, pone l’accento sulle nuove date di scadenza del Superbonus 110% e degli altri Bonus Edilizi.

Quali sono le novità principali nel settore AEC?

In seguito all’approvazione del bilancio 2022, la novità che spicca nel settore dell’Edilizia e delle Costruzioni è la proroga dei Bonus Edilizi fino al 2024. Nello specifico approfondiremo le seguenti novità:

  • Proroga del Superbonus 110%;
  • Nuove date di scadenza dei Bonus Edilizi (Bonus facciate, Ecobonus, Sisma Bonus, Bonus Verde, Bonus Mobili, Bonus Barriere Architettoniche, Bonus Ristrutturazione);
  • Proroga della cessione del credito e sconto in fattura;
  • Decreto antifrode.

…ma vediamo nel dettaglio di cosa si tratta, quali sono le nuove date di scadenza e tutte le eccezioni.

Superbonus 110% : proroghe ed eccezioni

Il Superbonus 110% viene prorogato fino al 2025 con alcune differenziazioni a seconda della tipologia di interventi, di beneficiari e della riduzione dell’aliquota fiscale.

Per quanto riguarda gli interventi effettuati sui condomini e sugli edifici plurifamiliari da 2 a 4 unità immobiliari, possedute da una o più persone fisiche, la detrazione fiscale si applicherà in maniera decrescente come segue:

  • 110% fino al 31 dicembre 2023
  • 70% per il 2024
  • 65% per il 2025

Le stesse proroghe sono applicabili anche alle onlus, alle organizzazioni di volontariato (OdV), ai lavori oggetto di demolizione e ricostruzione. Nel caso degli IACP (Istituto Autonomo Case Popolari), si conferma il Superbonus 110% al 31/12/2023 ma a condizione che entro giugno 2023 il 60% dei lavori sia stato completato.

Per gli interventi effettuati dalle persone fisiche su edifici unifamiliari la detrazione è al 110% fino al 31/12/22 purché entro il 30/06/22 il 30% dei lavori sia stato realizzato. Per le associazioni sportive la detrazione è al 110% fino al 30/06/2022.

Superbonus 110% : Interventi Trainanti e Trainati

Anche per gli “interventi trainati” realizzati simultaneamente a quelli “trainanti” è stata confermata la proroga del Superbonus 110%, e di conseguenza slitta anche la scadenza per l’installazione degli impianti solari fotovoltaici.

Di seguito la tabella con le scadenze del Superbonus 110% differenziate per tipo di beneficiario.

Scadenze Superbonus 110%

Bonus Edilizi

Come per il Superbonus 110%, anche la maggior parte delle detrazioni sugli altri bonus edilizi sono state prorogate fino al 31/12/2024. Vediamo nel dettaglio le nuove scadenze, aliquote di detrazione e le eccezioni per ciascun bonus edilizio:

  • Ecobonus

Per quanto riguarda l’Ecobonus, per gli interventi di riqualificazione energetica, sarà possibile beneficiare della detrazione al 50% o 65% in base alla tipologia di lavoro degli edifici. Nel caso di ecobonus realizzato su parti comuni, la detrazione sarà del 70-75%.

  • Sisma Bonus

Al fine di prevenire e ridurre il rischio sismico, anche nel caso del Sisma bonus è stata prorogata la detrazione fino 2024. L’obiettivo è di adottare misure antisismiche e per la realizzazione di lavori per la messa in sicurezza degli edifici. Le detrazioni variano dal 50%, al 70-80%, al 75-85%. Nel Sisma Bonus rientrano anche il bonus per coloro che acquistano immobili nelle zone a rischio sismico 1,2,3 realizzati in seguito alla demolizione e alla ricostruzione di interi edifici.

  • Bonus facciate

Diversamente dai bonus precedenti, il Bonus Facciate sarà valido fino al 2023. L’aliquota di detrazione si riduce da 90% a 60% per le spese relative agli interventi per il recupero o restauro della facciata di edifici esistenti di qualsiasi categoria catastale, anche quelli strumentali. Tra i lavori del bonus facciate rientrano i lavori di manutenzione ordinaria come: rifacimento delle facciate di strutture opache, balconi, ornamenti e fregi, pulitura e tinteggiatura esterna.

  • Bonus Verde

Anche il Bonus Verde è prorogato al 2024 con una detrazione del 36% delle spese sostenute, ma con un limite massimo di €5.000 per unità immobiliare unicamente ad uso abitativo. Tra i lavori rientra la sistemazione a verde di aree scoperte private di immobili esistenti, pertinenze o recinzioni, ad esempio:

  • Impianti di irrigazione e realizzazione di pozzi;
  • Coperture a verde e giardini pensili;
  • Interventi sulle parti comuni esterne degli edifici condominiali;
  • Riqualificazione dei prati;
  • Grandi potature.
  • Bonus Mobili

Il Bonus Mobili è applicabile all’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici finalizzati all’arredo di immobili da ristrutturare a partire dal 1° gennaio dell’anno precedente a quello dell’acquisto. La detrazione è del 50% con una spesa complessiva non superiore di €10.000 per il 2022 e di €5.000 per il 2023 e 2024.

  • Bonus Barriere Architettoniche

Tra le novità della Legge di Bilancio 2022 è stata introdotta una nuova detrazione per interventi finalizzati all’abbattimento delle barriere architettoniche in edifici già esistenti, con una detrazione del 75% fino a un importo massimo che oscilla da €30.000 a €50.000 a seconda della tipologia di edificio. La detrazione potrà essere applicata attraverso due modalità:

  • nella dichiarazione dei redditi, da ripartire in cinque quote annuali di pari importo;
  • mediante sconto in fattura e cessione del credito.
  • Bonus Ristrutturazione

Nel decreto di bilancio 2022 è confermato anche il Bonus Ristrutturazione al 31/12/2024 con un’aliquota del 50% per le spese sostenute sugli interventi di riqualificazione edilizia, manutenzione straordinaria e ordinaria con un importo massimo di €96.000 per unità immobiliare. La detrazione può essere ripartita sia in 10 quote annuali di pari importo, sia mediante sconto in fattura e cessione del credito.

Nella tabella seguente sono riassunti graficamente i bonus edilizi con i rispettivi dati (aliquota, importo di spesa massima e scadenza finale).

Scadenze Bonus Edilizi

Sconto in fattura e Cessione del credito

Vi è anche una proroga sulla cessione del credito e sullo sconto in fattura fino al 31/12/2025 per gli interventi del Superbonus 110% (sia trainati che trainanti) e fino al 31/12/2024 per gli altri bonus edilizi ad eccezione dei bonus mobili e delle colonnine come intervento trainato del Superbonus 110%.

Inoltre, con l’introduzione del decreto antifrode, nel caso in cui si scegliesse la cessione del credito o lo sconto in fattura, è obbligatorio presentare il visto di conformità e l’attestazione di congruità delle spese. Ad eccezione degli interventi “di edilizia libera” e per quelli non superiori a €10.000. Queste due opzioni alternative di detrazione possono essere applicate per interventi di:

  • Efficienza energetica;
  • Adozione di misure antisismiche;
  • Recupero del patrimonio edilizio;
  • Installazione di impianti fotovoltaici;
  • Abbattimento di barriere architettoniche.

Decreto antifrode

Al fine di contrastare gli abusi sulla cessione del credito, in data 12/11/2021 è entrato in vigore il decreto antifrode approvato dal Consiglio dei Ministri relativo agli incentivi legati alle ristrutturazioni edilizie. Nel caso in cui si verifichino dei rischi, l’Agenzia delle Entrate può intervenire con delle misure di contrasto a scopo preventivo. In altre parole può sospendere fino a 30 giorni l’efficacia delle comunicazioni su cessioni del credito o su sconti in fattura.

Modello “Bonus Edilizi” della SUITE MOSAICO: La soluzione Digi Corp

In seguito all’ingresso dell’incentivo del Superbonus 110% gli interventi hanno avuto un picco di richieste incrementando così i lavori già agevolati dagli altri Bonus Edilizi. Dal momento che non tutte le lavorazioni rientrano nelle agevolazioni fiscali previste dal Super Bonus, i Bonus edilizi (Sisma Bonus, Bonus Facciate, Ecobonus, ecc..) permettono di applicare detrazioni diversificate all’interno dello stesso progetto.

Data questa reale esigenza del settore edile, abbiamo sviluppato il modello “Bonus Edilizi” della SUITE MOSAICO, il nostro Software integrato per l’Edilizia, al fine di supportare i professionisti del settore AEC agevolandoli nell’organizzazione di un computo metrico più dettagliato possibile che possa essere in grado di suddividere i vari interventi in base ai differenti criteri e le singole eccezioni previsti dai Bonus Edilizi.

Se vuoi restare aggiornato sulle novità del settore AEC, resta connesso con noi e seguici su LinkedinFacebookTwitter e Youtube.



Indietro
Chiama Ora
Mail